mercoledì 15 maggio 2013

Video e testimonianze delle vittime italiane de „l' Olocausto silenzioso“


COMUNICATO STAMPA 2013 :
ARMI GEOFISICHE SEGRETE - TORTURE E SEVIZIE CON ARMI AD ENERGIA DIRETTA E PSICONEUROLOGICHE

Migliaia di persone chiedono che sia fatta un' indagine internazionale su enormi violazioni dei diritti dell'uomo che imperversano attualmente nel mondo intero, nel più grande silenzio.
In quest'ultimi anni, il numero di questi crimini contro l'umanità è aumentato a tal punto che possiamo apertamente parlare di aggressione alla popolazione civile.
Quest'aggressione è commessa con una tecnologia che agisce a distanza, nell'ombra, oltre i limiti delle frontiere, ed è utilizzata contro civili ignari e senza difesa.
C'è una richiesta continua da parte delle Vittime di denunciare questi crimini presso gli alti funzionari dello stato, le organizzazioni per i diritti dell'uomo, i dirigenti internazionali e la stampa. Di solito non ottengono risposte a causa di un'ignoranza generalizzata su questa tecnologia. Secondo le diagnosi degli istituti psichiatrici, le vittime hanno allucinazioni. Inoltre, i reclami depositati nei commissariati di polizia locali sono spesso considerati come problemi psicologici o sono semplicemente passati sotto silenzio.
E tutto ciò, nonostante le ammissioni di domenica  8 ottobre 1995, del Presidente degli Stati Uniti in materia, e nonostante numerosi testi di militari e specialisti, pubblicati e conosciuti, circolino in internet e nelle librerie, senza alcun commento particolare da parte dei partiti politici di governo dei paesi occidentali e dell'Italia in particolare. Ricordiamo che in Italia sono stanziate circa 120 basi militari americane, alcune delle quali di migliaia di uomini e donne in armi.
Ciò rischia di far passare molti anni prima che l’ Olocausto silenzioso sia conosciuto dal pubblico. E per le Vittime, questo raffronto con l'Olocausto è completamente giusto.
L'ampiezza dei crimini denunciati e la gravità dei carichi giustificano un'indagine internazionale urgente.
Dato il numero considerevole di Vittime su scala planetaria, che ha generato un movimento mondiale coordinato tramite l'Internet, solo i più zelanti ed i più coscienziosi fra le Vittime denunciano questo crimine, essendo il numero reale di Vittime di gran lunga più importante di questo gruppo di attivisti.
Nel gennaio 2007, la giornalista Sharon Weinberger ha pubblicato nel "Washington post", l'articolo intitolato "Mind Games" sulle vittime americane e l'organizzazione militante FFCHS "Freedom From Covert Harassment and surveillance" (Diritto di Vivere senza Sorveglianza e Molestie Occulte) capitanata dall'afroamericano Derrick Robinson.
Venerdì 13 marzo 2009, la giornalista Ilaria Marchiori di "Rete Veneta", intervista Paolo Dorigo di Venezia e titola il breve servizio all'interno del TG: "Un microchip nel cervello".

Il 14 giugno 2010 a Valona,  una città dell'Albania, con un documento autentico firmato dal notaio, Petrit Demo cittadino albanese, asporta un "corpo estraneo" dal condotto uditivo.
Il 12 agosto 2010, il corpo estraneo è stato studiato con esami istologici ed altri tipi di test scientifici. Non ci sono dubbi. Si tratta di un microchip e il sig. Petrit è l'unico uomo al mondo (per ora) ad aver estratto un microchip dal condotto uditivo ed aver estinto una parte del Tinnitus che era generato dal microchip. Maggiori riferimenti sul sito di aisjca. Altri microchip sono stati estratti dal corpo umano, ma l'unico al mondo ad averlo espiantato dall'orecchio è il cittadino di Valona. Italia, Germania, Francia e gli altri paesi dell'Europa occidentale hanno fallito miseramente.

Il 12 novembre 2012, la giornalista Angela Monroe attraverso la sua emittente TV "KMIR NEWS 6",  ha mandato in onda un servizio dal titolo "Voices in my Mind" (Voci nella mia mente).
Il 10 luglio 2013, il giornalista Daniel Estulin a Russia Today ospita Magnus Bill Olsson in una trasmissione chiamandola Desde la sombra (E38) Control mental.
Il 16 marzo 2014 i giornalisti Francesca di Matteo ed Enore Montini intervistano il Professor Andrea Giotti a Pistoia con un servizio denominato "Un microchip nel cervello", andato in onda nella trasmissione Lucignolo su ITALIA1 di Mediaset.
Nel frattempo, nuove Vittime sempre più numerose si fanno conoscere dai quattro angoli del mondo. Chiedono che questi crimini siano resi pubblici, insistono affinchè sia fatta un'indagine internazionale su questo problema. Ed iniziano una campagna contro LA TORTURA E L'ABUSO CON ARMI AD ENERGIA DIRETTA (DEW: DIRECTED ENERGY WEAPONS ) E NEUROLOGICHE.

Cosa è peacepink?
Peacepink è un social network che si rivolge soprattutto alle vittime globali di gangstalking (ossia stalking organizzato), vittime anche di armi ad energia diretta, armi neurologiche, armi elettromagnetiche, armi  psicotroniche, armi per fungono per il controllo mentale e che sono un'evoluzione sistematica del Progetto MK-ULTRA. Ci sono documenti che si trovano nelle librerie e su internet che accennano a queste armi sofisticatissime che vengono usate per la manipolazione del corpo e della mente; armi che vengono anche definite "non letali" e che vengono impiegate contro ignari civili sparsi su tutto il globo,alcuni dei quali,hanno microchip sottocutanei innestati in maniera fraudolenta e alcuni di loro,presenziano prove radiologiche di tali dispositivi che funzionano con radiofrequenza.

Chi ha creato peacepink?
Peacepink.ning.com è stata creata da Soleilmavis Liu che è una cittadina cinese, nata e cresciuta in Cina, e che fu attaccata nel dicembre 2001 dalle tecnologie di controllo mentale quando lei stava studiando per un master in Australia. Al momento, lei, non aveva familiarità con queste tecnologie di controllo mentale. In seguito, venne a conoscenza di queste tecnologie che sono usate segretamente e coperte dai governi di tutto il mondo per controllare e vessare la popolazione. Dal 2002, ha viaggiato in molti luoghi per cercare di sfuggire alle torture e molestie a distanza di controllo della mente e dalla tecnologia "voci nel cranio" conosciute con l'acronimo V2K (Voice to skull). Ella si è rifugiata ad Hong Kong, in Thailandia, in Nuova Zelanda e fu presa - oltre che dalle tecnologie di controllo mentale - da persone che la inviarono dall'ambasciata USA a Hong Kong nell'aprile del 2002. Nell'aprile del 2003,tornò definitivamente in Cina e ancora oggi lì vi abita.
Peacepink incoraggia tutti i membri a diventare volontari nelle loro aree di supporto e di "networking".
I gestori e lo staff di Peacepink non guadagnano nulla per il loro lavoro alla gestione della community e nemmeno le migliaia di volontari e gli altri autori ed editori.

Perchè è nato peacepink?
L'obbiettivo della creazione di peacepink è stato quello di sostenere la campagna mondiale per fermare l'abuso e la tortura di tecnologie di controllo mentale e armi ad energia diretta, di portare le vittime insieme per aiutarsi a vicenda, per esporre tale orrendo crimine al pubblico, per ricercare il sostegno dell'opinione pubblica e sensibilizzarla, per fermare gli abusi e le torture segrete e le molestie a distanza, di queste armi tecnologiche e divulgare al mondo questi crimini molto elaborati che sono per lo più ignorati o deliberatamente insabbiati e taciuti dagli organi federali. Essa offre ai suoi utenti registrati, la possibilità di collegarsi con persone a livello locale e globale, condividere foto, video, creare eventi e discussioni, postare blog, e unirsi a gruppi. L'etimologia del nome della community, prende spunto da una Rosa della famiglia delle rosacee di colore rosa (la Rosa chinensis 月季, pinyin, yueji) e che nel linguaggio dei fiori significa pace amore e cura di sè e degli altri.
Si tratta di una community di diversità ed è aperta a ricevere nuovi membri di tutte le culture, ceto sociale, etnia. Tutti i membri sono liberi di dare le proprie opinioni e tutte le opinioni sono rispettate e apprezzate. Peacepink accoglie donazioni da individui, organizzazioni e aziende.



Video e testimonianze italiane de l’ Olocausto silenzioso

PD☭ italian case n°1 Maurizio Bassetti case n°6


MariaGrazia e Maurizio (Emilia-Romagna)

AngyMary71 & Romolo80

AtlantiTeo - 77 & Ingegner Andrea Giotti -174 (sleep deprivation da V2K)


Filippo con il Dr Henning
 

Renato - Misurazioni magnetismo (Bologna)


Intervista a Giuseppe G. (Padova)


Emiliano (Roma)


Interessanti termografie con un FLIR da 2000 €uro QUI
Francesca (Milano/Lugano) e Irene (Roma)


Magistrato Paolo Ferraro 2011 - Telepatia militare 2012


Felce e Mirtillo - Armi Psicotroniche e Bio-ingegneria 2010



Tortura, stalking e coercizione RAI

La tortura involve sia chi la subisce, ma anche chi la infilgge; noi umani, saremmo destinati ad un processo di evoluzione, e non di involuzione.


HAARP e controllo mentale (Italian Version)
BREVETTO AEREONAUTICA MILITARE number 6,470,214 DATATO 22 OTTOBRE 2002. METODO CONTROLLO della PSICHE e DELLE MASSE.
Andrija Puharich con le sue scoperte riguardo ai raggi ELF e alle stesse frequenze riscontrate nel sistema nervoso dell'uomo come ad esempio:
  • 6,6 herz causa la depressione,
  • un’onda ELF a 7,83 herz provoca il buonumore generando uno stato di alterazione
  • mentre un’onda a 10,83 herz è in grado di causare reazioni violente.

DOCUMENTARIO RAI 2010 - GUERRE STELLARI IN IRAQ

REPORTAGE DI GUERRA, CHE MOSTRA L' IMPIEGO DI ARMI LASER, ARMI MICRO ONDE, ARMI PSICOTRONICHE, ARMI CEREBRALI.



1 commento:

  1. È la nuova guerra, senza confini, senza eserciti, senza vincitori né vinti. Una pura crudeltà figlia della paura e madre della stupidità. La fiducia tra gli uomini, gli stati, le istituzioni andrà per sempre persa. Mentre la Natura chiede il conto degli abusi che ha subito, questa sembra essere la risposta che nega la speranza, ed apre il baratro dell'apocalisse prossima ventura. In prima persona, da uomo che ha subito questi stupidi supplizi, penso si stia costruendo la trappola perfetta per rendere un inferno il pianeta.

    RispondiElimina